Proverbi Napoletani sulle donne

10 proverbi napoletani sulle donne

‘E ditte antiche nun fallìsceno maje.
I detti antichi non falliscono mai.

La donna nella cultura napoletana è sempre stata una figura controversa, spesso messa su un piedistallo, infatti ha ispirato melodie come Malafemmena di Totò, Reginella,  ‘O Surdato ‘Nnamorato e tante altre canzoni e poesie della traduzione classica partenopea. Spesso però ha ricevuto anche attributi negativi, soprattutto dovuto alla gelosia. Molti proverbi napoletani sulle donne riguardano proprio la fedeltà e la gelosia, ma c’è anche un pizzico di sessismo e ironia, infatti  “Il dialetto ama le sue donne ma un po’ le maltratta , dice Sergio Zazzera, autore del Dizionario napoletano (Newton Compton).

#1. ‘A femmena pe’ ll’ommo addiventa pazza, ll’ommo p’ ‘a femmena addeventa fesso.

La donna per l’uomo impazzisce, l’uomo per la donna rimbecillisce. Nella cultura napoletana infatti la donna è capace di far perdere completamente il lume della ragione ad un uomo, facendogli perdere in taluni casi anche tutto il patrimonio e l’affetto della famiglia.

#2. Vicin’a sessantina, lassa ‘a femmena e piglia ‘a cantina.

Quando ti appressi ai sessant’anni, lascia la donna e ricorri al vino. Infatti alcuni consigliano di prendere il vizio delle donne ma non quello dell’alcol e del fumo, poichè vuoi o non vuoi ad una certa età il vizio delle donne lo devi perdere obbligatoriamente, mentre alcol e fumo ti perseguiranno a vita.

#3. ‘A bella ‘e ciglie, tutte ‘a vonna e nisciuno s’ ‘a piglia.

Le belle ragazze sono corteggiate da tutti, ma nessuno le prende in moglie per paura che possano avere un passato con parecchie esperienze amorose o che possano averle in futuro. Infatti nella cultura napoletana antica c’era il timore che le belle donne fossero infedeli.

#4. ‘E ffemmene nun se sanno tené tre cicere ‘mmocca.

Le donne non sanno tenere tre ceci in bocca. Se vuoi che una cosa sia un segreto non raccontarlo a nessuno, ma soprattutto non raccontarlo ad una donna.

#5. ‘O barbiere te fa bello, ‘o vino te fa guappo e ‘a femmena te fa fesso.

Il barbiere ti fa bello, il vino ti fa temerario e la donna ti fa fesso. Un classico. E qui ritorniamo sul tema che la donna rimbecillisce l’uomo.

#6. Casa senza femmena, varca senza timone.

Casa senza donna, barca senza timone. Una famiglia senza donna va a rotoli.

#7. Femmene, ciucce e crape… tenen tutt’ ‘a stessa capa.

Femmine, asini e capre… hanno tutti la stessa testa. Nel senso che le donne sono testarde, se si mettono qualcosa in testa è molto complicato farle cambiare idea.

#8. ‘Na femmena e ‘na papera arrevutaieno Napule.

Una donna ed un’oca rivoltarono la città.

#9. ‘Na mugliera ‘mpicciosa è peggio ‘e ‘nu diebbeto.

Una moglie scocciante è peggio di un debito.

#10. ‘A femmena cchiù se nega, e cchiù allumma l’appetito

La donna più si nega e più eccita. E’ proprio così, una donna più si fa desiderare e più stimola la fantasia dell’uomo.

 

 

51smgny36gl-_sx315_bo1204203200_

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...