Cosa vedere a Napoli in un giorno-ITINERARIO CULTURA

Ecco uno dei primi tre itinerari di Napoli che si possono fare tranquillamente in un giorno. I tre itinerari hanno in comune alcune cose che sono assolutamente da vedere nella città di Napoli.

ITINERARIO CULTURA

L’itinerario si svolge a piedi e in metro, quindi conviene fare un abbonamento giornaliero.

Consideriamo l’arrivo alla stazione centrale a piazza Garibaldi, tanto per avere un orario indicativo diciamo alle 10 di mattina. La prima tappa potrebbe essere il Museo archeologico nazionale di Napoli. Le tre sezioni principali del museo riguardano la collezione Farnese , le collezioni pompeiane  e la collezione egizia che, per importanza, si colloca in Italia al secondo posto dopo quella del museo egizio di Torino. Ci si può arrivare facilmente con la Linea 1 fermata Museo, oppure volendo anche con la Linea 2, ma non è consigliato perché i treni sono un pochino più brutti e fanno spesso ritardo. Poi la linea 1 è una delle più belle di Europa, infatti fa parte delle Stazioni dell’arte.

Scendendo alla fermata Museo già si può intravedere qualche reperto come copie di opere custodite nel museo come l’Ercole Farnese, la copia della Testa di Cavallo donata da Lorenzo de Medici a Diomede Carafa e infine ci sono fotografie di Mimmo Jodice nel corridoio di collegamento con la Linea 2. Diciamo che si sono fatte le 12 e mezzo, uscendo dal museo si può prendere via Costantinopoli a piedi e andare verso il centro storico dove per gli appassionati di cultura c’è solo l’imbarazzo della scelta. Il centro storico di Napoli è uno spettacolo. La città è stupenda da visitare, anche solo passeggiando nelle sue stradine storiche, offrendo molte viste sulla città passata e presente. In pochi minuti si arriva al Monastero di Santa Chiara, se giriamo verso destra si va nella stupenda Piazza del Gesù una delle piazze più importanti, famose e simbolo del centro storico di Napoli. Merita  attenzione l‘Obelisco al centro della piazza. Il monumento oltre alla bellezza artistica è avvolto dal mistero. Infatti, alcune leggende narrano che, insieme agli episodi biblici e alle sculture dei vari santi, siano state realizzate anche figure blasfeme richiamanti la figura della morte con tanto di falce, visibile però solo dal alcune angolazione e in particolari condizioni di luce.

 

Una volta vista piazza del Gesù Nuovo conviene tornare verso il monastero di Santa Chiara e proseguire diritto verso piazza San Domenico Maggiore. La piazza è crocevia di due importanti strade della città: Spaccanapoli (il decumano inferiore) e via Mezzocannone. È uno dei luoghi più significativi della città perché, storicamente, rappresenta il limite orientale delle mura greche di Neapolis. Ormai si saranno fatte le 13 passate ed è ora di mangiare. Proseguendo per Spaccanapoli troveremo alcune tra le pizzerie più famose di Napoli dove e doveroso fare tappa, come Decumano 31, oppure andando verso via Tribunali (il decumano maggiore) troviamo Sorbillo, sicuramente nella top ten delle pizzerie di Napoli. Dopo mangiato visto che siamo in zona conviene visitare san Gregorio Armeno con i suoi presepi (le botteghe degli artigiani dei pastori sono aperte tutto l’anno).

decumani

Ora a questo punto conviene indirizzarci di nuovo verso la zona del museo nazionale prendendo via Duomo, in modo da avere l’occasione di visitare la cattedrale dove tre volte l’anno si svolge il rito dello scioglimento del sangue di san Gennaro, il patrono della città di Napoli. Arrivati al museo riprendendo la Linea 1 direzione Garibaldi, si scende alla fermata Toledo si arriva nella via dello shopping napoletano. Si prosegue verso piazza del Plebiscito, uno dei simboli della città. Qui si può fermare a sorseggiare un caffè al Gambrinus, bar storico della città frequentato in passato da diversi artisti dell’ottocento, tra cui anche Gabriele D’Annunzio.

A questo dipende dal tempo che si ha a disposizione. Se si ha un altro paio di ore conviene andare verso il mare e proseguire verso il Castel dell’Ovo, il castello più antico della città, che vanta una storia che inizia l’VIII secolo a.C.

Ecco un riepilogo di cosa si può vedere a Napoli in un giorno con questo itinerario:

  • Museo archeologico Nazionale
  • Monastero di Santa Chiara
  • Piazza del Gesù Nuovo
  • Piazza San Domenico Maggiore
  • Decumani
  • San Gregorio Armeno e i presepi
  • Duomo di Napoli
  • Piazza del Plebiscito
  • Castel dell’Ovo (opzionale)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...